EquoTube – appuntamenti etici del weekend

EquoTube vi aspetta con una serie di appuntamenti che impegneranno tutto questo weekend e che vi daranno l’opportunità di conoscerci di persona e di sentire parlare di turismo sostenibile ed esperienze green.

dal 6 al 8 ottobre
Fa’ la cosa giusta! Umbria 2017 -Umbriafiere
vi aspettiamo al nostro stand alla fiera degli stili di vita sostenibili e del consumo etico
6 ottobre
ore 18.00 a Venezia con Aqua Altra
EquoSpritz dedicato al turismo sostenibile, nella splendida cornice verde dell’orto del campanile – Carmini
7 ottobre
ore 17.00 a Rovigo con La Fionda di Davide
Si parlerà di turismo sostenibile e solidale, accompagnati da una degustazione dei suoi prodotti
ore 20.30 a Carpi, oratorio cittadino
Un incontro dedicato al turismo etico e all’incontro con l’Altro e la sua diversità
8 ottobre
ore 18.00 a Cesano Maderno con Associazione ConSenso
Sognando un grande viaggio o un semplice fine settimana, con degustazione di prodotti equosolidali.

Gli appuntamenti in Bottega aderiscono all’iniziativa nazionale “EQUOTUBE – PIACERE DI CONOSCERCI!”, che prevede una serata, un aperitivo, un incontro presso il punto vendita: un momento conviviale per poter stare insieme, dare un volto al Team EquoTube, spiegare il prodotto e presentarlo in pubblico. La serata solitamente è suddivisa in due parti: una prima introduzione al turismo responsabile (seguita da immagini relative agli itinerari di ViaggiResponsabili.org) e una carrellata di foto sulle strutture di EquoTube, per poter far toccare con mano le realtà dei partner aderenti.

VI ASPETTIAMO!

autunno equotube

EquoTube a Tuttaunaltracosa

EquoTube vi aspetta con il suo stand alla fiera di  OSNAGO : saremo presenti a TUTTAUNALTRA COSA dal 22 al 24 settembre! Tuttaunaltracosa compie ogni anno una nuova tappa, a spasso per la penisola italiana! La scelta di organizzare la Fiera sempre in una città diversa, è uno stimolo alla promozione delle economie solidali locali e alla sensibilizzazione ai temi del consumo critico di un pubblico sempre più vasto e diverso. Spostandosi, Tuttaunaltracosa mantiene il suo cuore, portando con sé quasi 100 progetti di commercio equo e solidale provenienti da tutto il mondo, ma cambia volto, incontrando gli attori delle economie solidali locali, i produttori biologici, i gruppi di acquisto solidale, i circoli ricreativi e le associazioni del territorio ospitante. Nel 2017, la tappa prevista è la LOMBARDIA e, nel dettaglio, OSNAGO e la provincia di Lecco.A Tuttaunaltracosa non troverete solo tanti bellissimi prodotti alimentari e di artigianato del commercio equo e solidale! Potrete incontrare gli artigiani che ogni anno vengono in visita alla fiera ospitati dalle Botteghe del Mondo e conoscere dal vivo le loro storie.. Potrete partecipare a convegni e dibattiti. Potrete passare una piacevole giornata, rifocillarvi presso il ristorante bio&equo, godere delle numerose animazioni. I più piccoli, potranno divertirsi nello spazio bimbi!

40.000 visitatori in media in tre giorni, oltre 100 espositori provenienti da tutta Italia, la promozione delle economie solidali locali, mostre, convegni… Questo e tanto altro è Tuttaunaltracosa!

Vi aspettiamo al nostro stand
TUTTA UNALTRA COSA
FIERA DI OSNAGO
DAL 22 AL 24 SETTEMBRE
Tuttaunaltracosa 2017

EquoTube e l’Italia Green … al femminile!

EquoTube è sempre stata attenta ad accogliere nel proprio circuito di proposte, quelle nate da storie di coraggio e passione, unite alla sensibilità tipica del mondo femminile. Da questa amalgama nascono realtà perfette in campo turistico: il territorio viene raccontato con delicatezza, profondità, sincerità e con un’attenzione ai particolari, che permette ai viaggiatori di immergersi completamente in un’esperienza unica ed indimenticabile. Le storie sono molte e arrivano da tutte le regioni, spesso da quelle più difficili: iniziamo a raccontare un’Italia che sta crescendo sempre di più, nonostante le difficoltà.

turismo responsabile e donne

 

Partiamo dalla Calabria, terra bellissima ma difficile, dove incontriamo Annalisa, che ha avuto il coraggio e continua ad essere in prima linea nel contrasto alla criminalità organizzata, proponendo un modello sviluppo sano, basato su percorsi di legalità, coesione sociale e coraggiose forme di economia civile. A’ Lanterna è un’azienda agricola biologica che fa parte del gruppo cooperativo Goel, che aggrega aziende agricole del territorio che si oppongono alla ‘ndrangheta, ma non solo: Annalisa porta anche molti viaggiatori, offrendo ospitalità agrituristica e ristorazione genuina di qualità. Si trova a Monasterace, nella Locride, nonostante le frequenti intimidazioni, continua a far conoscere una Calabria che non ti aspetti: mare incontaminato, montagne selvagge, storia, cultura, arte, ma soprattutto persone vere. Ora attraversiamo il suggestivo Aspromonte, lasciando il mar Ionio per abbracciare il Tirreno, giungiamo a Limbadi, in provincia di Vibo Valentia dove incontriamo Caterina, che ha preso in mano l’azienda agricola di famiglia, Le Terre di Zoè, scegliendo la propria terra invece di cercare soluzioni più comode: 20 ettari che donano frutti dai sapori e profumi dimenticati, ovviamente rigorosamente tutto bio, con esportazioni anche oltreoceano. Non poteva mancare l’agriturismo, immerso nel verde suggestivo delle piante di clementine, kiwi, arance e olive, dove soggiornare e degustare i prodotti di questa terra. Un paradiso adatto alle famiglie dove rilassarsi, ma anche esplorare, imparare, conoscere e divertirsi. Speriamo che queste due piccole grandi storie vi abbiano fatto riflettere ed emozionare un po’: a noi si, non abbiamo esitato ad accogliere Annalisa e Caterina tra tutte le nostre storie.

italia green al femminile

 

Nasce nell’acqua, muore nel vino – In Piemonte con gusto

Si percorrono strade, si attraversano sentieri, si cavalcano colline e così si scoprono i segreti del pane, del vino, del formaggio, del cioccolato, dei dolci, del caffè, dei liquori. Gli artigiani del gusto piemontese ci presentano i loro prodotti, le antiche tradizioni, le loro tipicità, i “gusti fatti in casa”: sono i prodotti tipici locali che permettono di vivere e assaporare il territorio. Il Piemonte offre tante soluzioni per chi ama il buon cibo e la tradizione: dal vino alla produzione casearia, dal riso al cioccolato … tante sfumature gustose pensate per chi vuole unire al piacere della tavola il gusto del viaggio.

Nasce nell’acqua, muore nel vino”, si usa dire nella pianura piemontese, dove il riso viene su in primavera, irrigato da decine di canali che si abbeverano nel Sesia e nel Ticino. Qui, tra Vercelli e Novara, si coltiva il 50 per cento circa della produzione risicola italiana. Sono terre d’acqua lontane dai canonici itinerari turistici. Eppure sanno stupire, con il mare a scacchi che riflette nuvole e cielo da aprile a maggio e che diventa un verdissimo prato inglese da giugno in poi. E se la primavera è il periodo migliore per concedersi un weekend vista risaia, autunno e inverno regalano il gusto di risotti fumanti e di poetiche brume sulle zolle rivoltate. All’interno di EquoTube molte sono le strutture immerse in questo splendido paesaggio, come Il Giarolo in Soggiorno Responsabile, alle porte di Cameriano, dove colazione è come una volta davanti al camino e dal balcone di sasso originale in estate si gode un bel tramonto ed il profumo dei fiori. Oppure l’Agriturismo i 7 Raggi, dove il formaggio fa da protagonista sul territorio, come particolare espressione del complesso sviluppo della civiltà dell’arco alpino, in quel piccolo mondo che sono le Valli Ossolane, aperte alle antiche vie di comunicazione, ma che nello stesso tempo raccontano e salvaguardano usi e costumi di un tempo. E per chiudere un sorso di vino al Podere ai Valloni, alla scoperta di un territorio che un poeta definì “la dolce terra tra due fiumi”, tra le verdi colline di Ghemme che scendono ad incontrare le risaie della pianura Novarese, lungo la Strada del Vino. Questa terra è genuina e discreta come l’antica tradizione contadina e ad ogni passo regala sorprese improvvise. Qui il tempo è a misura d’uomo, scandito dai ritmi della natura e dal lento invecchiare di pregiati vini.

In Piemonte con gusto

 

Live, love & learn – Biella

È il caso di Oropa Natura (presente nel pacchetto ViaggiAttivo e BenEssere) che vi aspetta nel Giardino Botanico di Oropa, piccolo feudo nel Regno delle piante. Immerso nel verde delle montagne e dei parchi naturali, è meta romantica per un turismo di qualità, grazie alla varietà dell’offerta disponibile: attività outdoor e indoor in aree protette che favoriscono la conoscenza approfondita degli aspetti naturalistici, paesaggistici e culturali del territorio. Tra l’altro, il Biellese è anche tra i pochissimi territori in Italia ad annoverare due siti “Patrimonio dell’Umanità UNESCO”: il Lago di Viverone, parte dei “Siti Palafitticoli Preistorici dell’Arco Alpino” ed il Sacro Monte del Santuario di Oropa (ove si trova l’Oasi WWF Giardino Botanico di Oropa). Che dire, avete solo l’imbarazzo della scelta!

Oropa e Natura

Live: Vivi la Valle Oropa. Love: Ama l’avventura. Learn: Conosci la Natura. Oropa Natura nasce dall’esperienza di Clorofilla, una cooperativa di giovani che ha voluto valorizzare la terra in cui vive ed in particolare il Giardino Botanico di Oropa. Se vi capita di vedere il giglio martagone e l’arnica montana in compagnia della rosa rugosa della Cina e della primula himalayana, probabilmente siete nel Giardino Botanico di Oropa. Che non è la Torre di Babele dei vegetali, ma piuttosto un piccolo “feudo” del Regno delle Piante dove sono raccolti rappresentanti di oltre 500 specie diffuse sul nostro pianeta. Tante le attività che si possono svolgere all’interno di questa meravigliosa oasi. Non solo osservazione della ricca varietà botanica, ma anche avventura! Infatti, all’interno sono stati allestiti percorsi acrobatici nei boschi! I percorsi sono costituiti da una successione di piattaforme installate a varie altezze e, attraverso una serie di passaggi avventurosi e giochi sospesi, si passa da un albero all’altro. Equilibrio, spirito d’avventura, voglia di mettersi in gioco, coordinazione e forza, sono gli elementi indispensabili per vincere la sfida: sui percorsi si cammina tra le fronde, si attraversano ponti tibetani, si scivola con le carrucole fino a terra per vivere un’esperienza unica e irripetibile dove nulla è artificiale: solo voi e la natura. Insomma, due cuori e un parco da esplorare, insieme!

scopri Oropa all’interno di EquoTube con ViaggiAttivo e Benessere

 

8 marzo – Auguri da EquoTube #nonsolo8marzo

AUGURI A TUTTE LE DONNE DI EQUOTUBE che ogni giorno aprono la porta del loro punto vendita, che varcano la soglia della propria struttura ricettiva, che si affacciano al mondo per presentare la propria esperienza e la propria attività.
AUGURI ALLE DONNE CHE VIAGGIANO RESPONSABILE e che scelgono un consumo critico e consapevole per il loro momento di relax.
AUGURI A TUTTE LE COLLABORATRICI che ogni giorno con noi cercano di cambiare il mondo, con i piccoli gesti e le azioni che – come l’acqua – scavano gole profonde e creano una vera alternativa.
AUGURI A TUTTE COLORO CHE COME NOI CREDONO CHE NON BASTI UN GIORNO A CELEBRARE LE DONNE, MA SERVANO ALTRI 364 GIORNI DI RISPETTO, DIGNITA’ E CURA.

Nell’anno del turismo sostenibile EquoTube continua a far conoscere l’Italia migliore

Fa’ La Cosa Giusta Milano – Fiera Milano City
Quando: domenica 12 marzo dalle ore 14.00 alle 15.00
Dove: Sala Pia Pera

EquoTube: un progetto italiano sempre in crescita, per promuovere un turismo di qualità e responsabile, in maniera divertente. All’interno dei tubi EquoTube sono presenti centinaia di proposte di operatori che offrono servizi turistici dalla ristorazione, ai soggiorni, ad attività outdoor, corsi, laboratori e benEssere naturale, con un approccio responsabile e sostenibile. Diamo spazio a piccole realtà che lavorano per un’Italia migliore. Presentiamo l’ultimo “tubo” Ecovacanze da Oscar, nato dalla collaborazione con  Legambiente Turismo. Per raccontare il lavoro di EquoTube ospiteremo alcune realtà partner: Legambiente Turismo, l’agriturismo Al Marnich, l’ostello Parco Monte Barro ed il Borgo Sociale di Roccabascerana e Bosco Sociale, della Caritas Diocesana di Benevento, per conoscere i percorsi di integrazione del turismo sostenibile e produzione innovativa: due beni comuni messi a disposizione del welfare, del lavoro e del turismo, oltre al progetto “W&W – Welcome & Welfare, centro diurno e alberghiero di Campolattaro”, che vede EquoTube come partner per la promozione e formazione turistica del bando vinto da Fondazione con il Sud.

Con: Antonino Bonfiglio, Luigi Montrasio, Manuela Bolchini, Maurizio Davolio, Paola Fagioli, Felice Romeo, Sabrina Autorino, Maria Masone, Emanuela De Vita, Laura Todde

Luigi Montrasio e Manuela Bolchini, EquoTube
Maurizio Davolio, presidente AITR
Felice Romeo, Legacoop Lombardia
Paola Fagioli, Segreteria Settore Turismo Legambiente Onlus
Antonino Bonfiglio, gestore Agriturismo Al Marnich
Laura Todde, gestore dell’Ostello Parco Monte Barro
Sabrina Autorino, Resp. Borgo Sociale Roccabascerana
e Resp. Attività Turistiche del Consorzio “Sale della Terra”
Maria Masone, responsabile management del Consorzio “Sale della Terra”
Emanuela De Vita, ufficio Stampa Caritas Diocesana di Benevento

Organizzato da EquoTube Società Cooperativa

Partecipazione: Gratuita

Per info e prenotazioni: info@equotube.itluigi@equotube.it

logo-fa-la-cosa-giusta

Per non arrendersi ci vuole coraggio #iononcisto

#goel #equotube #aitr #messaggiodisolidarieta #iononcisto
L’Ostello di Locri, confiscato alla ‘ndrangheta, è stato assegnato al consorzio Goel, partner di EquoTube. A pochi giorni dalla consegna per l’avvio della gestione, l’Ostello ha subito un furto e dei danneggiamenti che indubbiamente costituiscono un segno della volontà di impedire una gestione dell’Ostello che possa andare a vantaggio della popolazione locale e del territorio.
Ancora una volta arriva dalla criminalità organizzata una cupa intimidazione cui siamo certi i nostri amici di Goel reagiranno con fermezza e determinazione.
#EquoTube, #Aitr e #Goel sono impegnati nella lotta per la legalità e per il lavoro onesto e pulito nel turismo, avendo tra i propri partner tante cooperative che gestiscono beni confiscati alla mafia o che sono impegnate contro il pizzo.
Esprimiamo la nostra massima solidarietà per un gesto così privo di dignità e vogliamo sincerarsi con gli amici di #Goel affinché questo atto li renda ancora più forti, nell’impegno alla lotta per la legalità e per il lavoro.
Siamo con voi e faremo in modo che l’Ostello si riempia di gente pronta per schierarsi al vostro fianco, per far straripare la struttura di ospiti, di gente che viene a dimostrare che il territorio non è solo, non è marginalizzato, non si arrende!
Ostello di Locri - Goel

FA’ LA COSA GIUSTA 2017 – EquoTube c’è !

anche quest’anno #equotube partecipa a #falacosagiusta #milano
http://falacosagiusta.org/wordpress/wp-content/uploads/2015/11/FLCG_video_UFF.mp4
tantissime le idee e le novità in serbo per la quattordicesima edizione di Fa’ la cosa giusta! che si svolgerà dal 10 al 12 marzo 2017 presso i pad. 3 e 4 di Fieramilanocity.
Accanto agli spazi espositivi ci saranno veri e propri “polmoni culturali”, mostre interattive ed esperienziali!
ci trovate al PADIGLIONE 3 – presso il nostro stand Q3
nell’area TURISMO CONSAPEVOLE !

Terre di mezzo è un piccolo universo in cui abitano tanti mondi (… oltre ad una invidiabile flotta di bici!). Dal giornale di strada, fondato nel 1994, sono nati la redazione Libri, l’associazione di volontariato Insieme nelle Terre di Mezzo onlus, e il settore Eventi, che organizza la fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili Fa’ la cosa giusta!.
Terre di mezzo Editore pubblica 45 novità l’anno, tra guide, libri illustrati e narrativa. In particolare, le guide della collana “Percorsi” sono bestseller apprezzati nella comunità dei camminatori e degli appassionati di trekking, e la collana “Acchiappastorie” è si è consolidata come punto di riferimento importante nel settore della letteratura per l’infanzia. La distribuzione a livello nazionale è affidata a Messaggerie libri.
lnsieme nelle Terre di mezzo onlus è l’associazione di volontariato che, dall’anno 2000, organizza la Notte dei senza dimora, evento di sensibilizzazione nella Giornata Mondiale di lotta alla povertà (17 ottobre). Ha ideato e conduce, dal 2009, La Grande Fabbrica delle Parole, laboratorio di scrittura creativa, la prima esperienza in Italia ispirata al modello americano d’eccellenza 826 Valencia: un servizio gratuito aperto alle scuole per promuovere il diritto all’espressione di tutti i bambini, nessuno escluso.
Terre di mezzo Eventi ha progettato e realizzato iniziative inedite che hanno sempre avuto un positivo riscontro in termini di interesse e partecipazione, tra cui: so critical so fashion, manifestazione dedicata alla moda critica, indipendente e sostenibile; Kuminda, festival del diritto al cibo; la Scuola delle buone pratiche, forum di sindaci, assessori, amministratori locali e cittadini attivi che desiderano promuovere politiche innovative e virtuose nei propri territori. L’evento più grande e riconosciuto a livello nazionale è la fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili Fa’ la cosa giusta!, che dal 2004 cresce ogni anno per numero di visitatori, espositori e interesse dei media. Edizioni locali si svolgono a Torino, Trento, Perugia e Palermo.

flcg_2017

I 7 consigli di Legambiente per un Natale 2016 sostenibile e solidale

Dalla scelta dei regali ai prodotti di eccellenza per aiutare gli imprenditori e gli agricoltori delle zone terremotate, dagli eco-viaggi all’abete che aiuta l’ambiente per arrivare alla tavola a km zero e alla spesa intelligente contro lo spreco alimentare natalizio.

Il conto alla rovescia per le festività natalizie 2016 è iniziato insieme alla classica corsa per i regali che prenderà il via nel ponte dell’Immacolata. E per evitare scelte dell’ultimo momento o acquisti superflui o dispendiosi, Legambiente lancia sette proposte e consigli originali per un Natale 2016 sostenibile, solidale e rispettoso dell’ambiente. Dai regali solidali e che sanno di futuro per aiutare i giovani imprenditori terremotati del Centro Italia ai prodotti di eccellenza da regalare, ma anche da prediligere, nel preparare pranzi e cenoni natalizi; e per chi non rinuncia all’albero di Natale ecco un acquisto intelligente per aiutare il recupero dei boschi. Filo conduttore del vademecum natalizio 2016 di Legambiente, l’amore e la forza per i territori e l’ambiente circostante convinti che insieme si può migliorare e cambiare il mondo rendendolo più green, vivibile e accogliente.

Regali solidali – A Natale fai un gesto solidale e regala un dono per il futuro. Quest’anno tra le tante confezioni regalo in vendita, Legambiente invita a scegliere tra le sue quattro confezioni regalo Pangea, Pachamama, Gaia e Madre Terra targate Econatale 2016. Pacchi regalo dai nomi evocativi, che richiamano la Terra, e che contengono i prodotti dell’Italia migliore: dagli spaghetti di Amatrice ai pregiati torroni sardi, dal rinomato vino “Morellino di Scansano” ai cantucci toscani, per arrivare al prestigioso panettone artigianale siciliano, solo per citarne alcuni. Il 10% dei ricavi dell’Econatale (al netto delle spese di spedizione) sarà destinato ai giovani imprenditori locali con l’obiettivo di accelerare il processo di rinascita di questi luoghi (www.rinascitacuoregiovane.it). Ad oggi sono arrivate oltre mille prenotazioni. Per chi fosse interessato le quattro confezioni (da 25, 30 e 50 euro) potranno essere ordinate on line attraverso il sito http://econatale.legambiente.it, in cui sono descritte le storie di tutti i prodotti utilizzati per questa prima edizione dell’EcoNatale. (Per maggiori info econatale@legambiente.it oppure si può chiamare il 06.86.26.81)

L’abete che aiuta l’ambiente: Per chi è in procinto di acquistare il classico e immancabile albero di Natale, ecco un buon consiglio: acquistandolo da Ikea verranno donati 2 euro a AzzeroCO2, società di Legambiente e Kyoto Club che riqualifica le aree a rischio idrogeologico nel Parco delle Cinque Terre e in quello del Po, Vercellese-Alessandrino. Per quanto riguarda gli addobbi, dato che è difficile immaginare un Natale senza luci, meglio allora illuminarlo con i led o con lampadine a basso consumo di energia. Esistono ormai molte luminarie che sfruttano questa nuova tecnologia. Anche per l’albero o per decorare la casa è possibile realizzare addobbi con materiali naturali come legno, rafia, spago, pasta o con oggetti riciclati.

I prodotti di eccellenza – Nello scegliere i regali, meglio optare su oggetti e prodotti provenienti da filiere certificate. Natale può essere anche un’occasione preziosa per conoscere e sostenere piccole realtà imprenditoriali e prodotti artigianali di qualità come i panettoni e le birre artigianali. Non esistono solo i colossi! Ecco allora che tra gli altri possibili regali da fare, Legambiente invita a scegliere tra alcuni prodotti di eccellenza italiani, che tra l’altro contribuiscono alla raccolta fondi “La rinascita ha il cuore giovane”. Ci sono i panettoni Fiasconaro, di altissima qualità, al cioccolato o allo zibibbo e uvetta con canditi, che sono stati prodotti e confezionati per Legambiente da Fiasconaro. I panettoni da 1kg verranno distribuiti direttamente dai circoli e dalle sedi regionali di Legambiente (per informazioni info regionale@legambientesicilia.com). C’è poi il Pacco Zero di Terra Felix, in Campania, che contiene due bottiglie di ottima birra artigianale: la Decvmanvs 1205 (una birra dalle erbe aromatiche: rosmarino, menta piperita, salvia, lauro e lavanda, le spezie coltivate nel Giardino dei Sensi del Casale di Teverolaccio rendono unica questa birra dal colore giallo paglierino e il profumo intenso.) e la Malaorcvla 79 d.C (birra dal colore dell’ambra e dal profumo inconfondibile della melannurca). Dal recupero di una bottiglia vuota si ottiene un vaso e un portacandela. Il vaso contiene dei semi e nel portacandela è custodita una candela artigianale. (Per info: 0815011641). E sempre per gli amanti della birra, c’è poi Birrificio Italiano che per ogni bottiglia di Sparrow Pit edizione natalizia venduta donerà un euro alla raccolta fondi. (Info su: www.birrificio.it).

A Tavola – Fate una spesa intelligente (aiutandovi con una lista dettagliata di quello che vi serve) e scegliete prodotti tipici ‘Made in Italy’, di qualità e di stagione, provenienti se possibile da agricoltura biologica o dal circuito del commercio equosolidale, anche per imbandire le tavole di queste feste natalizie. Durante i pranzi e i cenoni di Natale e capodanno meglio evitare stoviglie usa e getta e preferire tovaglioli di stoffa a quelli di carta. Altro consiglio: gli avanzi non buttateli, consumateli nei giorni successivi o riutilizzateli come ingredienti per dei nuovi piatti.

Eco viaggi – Per chi volesse regalare per Natale un bel viaggio ecosostenibile , aiutando allo stesso tempo i territori terremotati, da non perdere l’offerta della cooperativa Equo Tube, affiliata ad AITR (Associazione Italiana Turismo Responsabile) ed EARTH (European Alliance Responsible Tourism and Hospitality) che aderisce alla raccolta “La Rinascita ha il cuore giovane” e propone cofanetti regalo di soggiorni, pranzi, cene e weekend in decine di strutture turistiche che hanno scelto di rispettare la Carta dei Principi del Turismo Responsabile. Per ogni acquisto effettuato presso i rivenditori EquoTube dal 15 novembre al 24 dicembre verrà donato 1 € alle comunità colpite e 2 € per tutte le vendite effettuate on line sul sito equotube.it.

Riciclo creativo – Altra buona abitudine può essere quella di donare oggetti che non si usano più. Regalare qualcosa di proprio ha ancora più valore. Per confezionare i regali basta un po’ di creatività: avete mai pensato per esempio di utilizzare carta di giornale, volantini pubblicitari e materiale di recupero per incartare i vostri doni? O recuperare vecchi sacchetti di carta da rivestire con colla vinilica e ritagli di vecchi libri o fumetti? Basta davvero poco e un pizzico di creatività.

Un anno con l’ambiente – Per chi vuole aiutare concretamente l’ambiente, diventando protagonista di questo cambiamento, e per chi ama approfondire le notizie green, Legambiente consiglia di regalare la tessera associativa dell’associazione ambientalista. Un regalo originale ma anche un’opportunità concreta per partecipare attivamente a tutte quelle battaglie di cui Legambiente si fa portavoce da oltre trent’anni. Grazie alla tessera sarà possibile usufruire delle convenzioni riservate ai soci e scegliere l’opzione che consente di abbonarsi per un anno, a un prezzo scontato, al mensile La Nuova Ecologia.

(fonte: Ufficio Stampa Legambiente)