NAPOLI – COSA C’E’ SOTTO: CON “NAPOLI SOTTERRANEA” NEL SOTTOSUOLO PARTENOPEO

Scoprire una città da una prospettiva diversa: quella dei suoi sotterranei. È questa l’esperienza proposta da “Napoli sotterranea”.

L’associazione organizza da più di vent’anni visite guidate ai sotterranei della città, che conservano innumerevoli tracce del passato. I percorsi sono infatti i resti, ben conservati, dell’antico acquedotto greco-romano scavato nel tufo. A questa architettura base si sono poi aggiunti interventi di epoca borbonica. Durante la seconda guerra mondiale, i tunnel sono anche stati utilizzati come ricoveri antiaerei, di cui oggi sono visibili delle riproduzioni. La visita comprende infine una suggestiva ricostruzione della cisterna centrale dell’acquedotto, illuminata da appositi faretti e a cui si accede da uno stretto cunicolo percorso a lume di candela.

Una volta riemersi dal percorso sotterraneo l’associazione propone un altro mini-tour per i resti romani inglobati nel tessuto urbano di via dei Tribunali: si potranno così ammirare le due colonne corinzie del tempio greco, ora integrate nella facciata della basilica di San Paolo Maggiore, e i resti dell’antico teatro romano, visibili scendendo nella cantina di un basso (le tipiche case napoletane situate a livello della strada).Terminata la visita ci si può rituffare nella Napoli grecoromana grazie agli scavi al di sotto dell’adiacente chiesa di San Lorenzo Maggiore. Nei pressi dell’entrata di Napoli sotterranea l’associazione ha allestito anche un piccolo museo del presepe napoletano.

 

Per informazioni visitare il sito: http://www.napolisotterranea.org/

 

VISITA NAPOLI E LA CAMPANIA CON LE STRUTTURE EQUOTUBE!

 http://soggiornoresponsabile.equotube.it/campania

http://equogusto.equotube.it/campania

 

 

L'ingresso del percorso guidato all'acquedotto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *