Ricerca sul Turismo 2013 – Un anno di analisi per chi viaggia o lavora nel turismo

Una ricerca di Google sulle tendenze del turismo nell’anno appena concluso. Un’analisi sui viaggi di piacere e le trasferte di lavoro: cosa è cambiato e quali sono le novità?

MENTALITA’ DEI VIAGGIATORI
I viaggiatori cercano sempre di più il valore e l’esperienza. Non solo il prezzo, ma anche la varietà di attività in loco e l’esperienza diventano il meccanismo fondamentale per la ricerca della destinazione. Questo fattore diventa la base della scelta, sempre più veicolata dal web nella ricerca di informazioni, prima della prenotazione finale. Un viaggiatore 2013 che è sempre più informato, soprattutto quando viaggia per piacere.

BE INSPIRED
Il web come fonte di desiderio per un nuovo viaggio: Internet influenza la scelta del viaggio ormai tanto quanto i consigli di amici, parenti e colleghi. Una parità in % che supera di gran lunga tutti gli altri mezzi di comunicazione. Il web, nella vastità di informazioni che contiene, crea l’aspettativa verso il viaggio e guida l’utente fino alla realizzazione del suo sogno.

MONDO “MULTI-SCREEN”
Ricerche ed usi incrociati su tutti i mezzi di comunicazione. Dai siti web al passaparola, dalle brochures nelle camere ai suggerimenti delle persone che si incontrano in loco: la parola d’ordine è condivisione.

VIDEO ON LINE
I video sono ormai i compagni fedeli di un viaggiatore: la % di caricamenti on line cresce sempre di più. La massa di materiale ormai reperibile on line viene utilizzato, in primis, per iniziare a pensare al viaggio ed alla destinazione. Con la stessa attenzione, il video viene poi usato come mezzo di ricerca per attività in loco e per la ricezione.

insomma … tante informazioni interessanti sul turismo !

 

Articolo
di EquoTube

 

Scarica la ricerca completa
2013-traveler_research-studies  fonte: Google

 

Serra Guarneri - Sicilia Assaggi di Natura WWF
Serra Guarneri – Sicilia Assaggi di Natura WWF

 

FELICI IN BICI appuntamento in Sardegna

13/14 aprile 2013
Felici in Bici 2013
un fine settimana all’aria aperta per tutta la famiglia

PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE

SABATO 13 aprile teatro Sa Mandria – Castiadas CentroFelici in Bici 2013
  • ore 15,00 inaugurazione della manifestazione e mostra di prodotti locali
  • dalle ore 15,00 alle 17,00 laboratori per adulti e bambini su arti e mestieri
  • dalle 17,00 alle 18,30 il gioco dell’acqua a cura di SCI e Antea
  • dalle 18,30 alle 19.00 spettacolo di danza “Orientalis”
Domenica 14 aprile al teatro di Sa Mandria
  • ore 9,00 iscrizioni alla pedalata 5 euro adulti, 3 euro bambini sotto i 10 anni. Consegna maglietta e cartina del percorso. Tra gli iscritti verranno sorteggiate bici e vari premi
  • ore 10,00 Esibizione di arti marziali degli allievi di taekwondo Baier
  • ore 10,15 Partenza del gruppo Felici in bici. Durante il percorso due soste ristoreranno i partecipanti
  • ore 13,00 rientro dalla pedalata e applausi per tutti
  • ore 13,30 pranzo al costo promozionale di 7 euro
  • ore 15,30 spazio culturale: presentazione di libri
  • ore 16,00 battesimo della sella a cura dei Giovani Cavalieri di Castiadas e tiro con l’arco con l’ass. Sarcopos di Muravera
  • ore 17.30 esibizione di ballo con Tiziana e le sue allieve
  • ore 18,30 Sorteggio bici e premi vari fra tutti gli iscritti alla pedalata
  • ore 19,00 Ringraziamenti e saluti

Visita il sito www.castiadasospitale.it per sapere dove mangiare o dormire e scegli una delle strutture dell’associazione CastiadasOspitale
L’iniziativa è  patrocinata del comune di Castiadas e della provincia di Cagliari

REGALA UN’ESPERIENZA : scopri la Sardegna del turismo sostenibile con VILLAGGIO CAROVANA

http://soggiornoresponsabile.equotube.it/cagliari/villaggio-carovana-turismo-comunitario-sardo

Villaggio Carovana Turismo Responsabile in Sardegna
Villaggio Carovana Turismo Responsabile in Sardegna

Trentino – Fa’ La Cosa Giusta

Organizzata da Trentino Arcobaleno e Trento Fiere, la mostra Fa’ La Cosa Giusta Trento ha portato anche quest’anno nelle strutture di Trento Fiere in Via Briamasco poco meno di 200 fra agricoltori biologici, botteghe del commercio equo, associazioni, cooperative sociali, e aziende che propongono prodotti e servizi rispettosi dell’ambiente. Un’occasione per incontrare e quindi conoscere da vicino aziende, progetti e buone prassi amministrative, che sul territorio locale, ma non solo, stanno costruendo un’economia più attenta alle persone e all’ambiente.

Accanto alla mostra mercato, che occupa più di 5000 mq di spazio espositivo, interamente coperto ma articolato in spazi interni ed esterni, come tradizione un ricco programma culturale , che affianca ai laboratori pratici per adulti e per bambini, numerosi appuntamenti sui temi proposti in fiera, e una ricchissima cucina a base di prodotti biologici, locali e di stagione, proposta dai gruppi solidali in collaborazione con i cuochi di Slow Food e i fornitori dei GAS.

Scarica il pieghevole e il catalogo espositori .

Ecco le foto del nostro stand

Fa' La Cosa Giusta Trento 2012

Novara – L’incontro tra San Gaudenzio e Sant’Ambrogio

Sant’Ambrogio stava tornando da Vercelli, dove aveva sopito una discodia sorta nel popolo per la nomina del nuovo vescovo. Già annottava e disse al conducente di affrettarsi. Ma, appena oltrepassata Novara, il cavallo si fermò e non volle più proseguire.
Fu così che Ambrogio, per divina aspirazione, conobbe il motivo della misteriosa fermata. Disse ai compagni di viaggio: “Non potremo proseguire il viaggio, se prima non avremo veduto il beato Gaudenzio”. Ciò detto, ritornò verso Novara recandosi alla dimora di Gaudenzio.

Questi, presago dell’arrivo di Ambrogio, lo stava aspettando. S’affrettò ad incontrarlo, anche se già l’aveva conosciuto. I due futuri Santi si abbracciarono teneramente. Ambrogio al saluto aggiunse una rivelazione profetica ”Tu sarai vescovo”, al che Gaudenzio rispose. “Sì, ma sarò fatto vescovo da un altro”. Volendo significare che Ambrogio sarebbe morto prima di lui, Gaudenzio.  Così entrambi furono profeti.
Ambrogio, infatti, sarebbe morto nel 397, e gli succedette Simpliciano che, interpretando il volere del popolo di Novara come volere di Dio, consacrò Gaudenzio primo vescovo della nostra città.

Alla nuova dignità ecclesiale corrispose in Gaudenzio tanto fervore di zelo che nessuno in Novara restò senza battesimo e perfino i persecutori e carnefici di Lorenzo furono illuminati dalla nuova luce del nascente cristiuanesimo, Gaudenzio, dopo anni operosi sul piano delle fede e su quello sociale, di incalcolabile progresso per Novara, rese l’anima a Dio il 22 gennaio del 417.  Gli successe il suo amatissimo discepolo Agabio, ritenuto il più degno a succedergli nel governo della Chiesa novarese.

(racconto di Gianfranco Capra)

VISITA LA PROVINCIA DI NOVARA
COIN LE STRUTTURE DI EQUOTUBE
www.equotube.it

Umbria – Il mito di Agilla e Trasimeno

E’ l’amore impossibile, quello corrisposto ma non realizzabile, che troviamo nella storia di Trasimeno e Agilla. Una leggenda che parla di una ninfa e del figlio del mare, desideroso di vivere con l’amata.

Si racconta che un giorno, mentre Trasimeno si stava bagnando nelle acque del lago, il giovane sentì dei canti che provenivano da un grande palazzo dell’isola Polvese.
Il principe, incuriosito da un canto così angelico, subito raggiunge quel luogo e scoprì che quel canto era la melodiosa voce di una stupenda ninfa, che viveva nelle acque del lago.
Tanto fu lo stupore e l’attrazione, che il giovane subito si innamoro’ della ragazza, di nome Agilla. Così, a partire dal momento, non passava giorno senza che Trasimeno si recasse sulle rive del lago per ascoltarla.

Anche Agilla amava Trasimeno con tutto il suo cuore. I due coronarono ben presto il loro sogno d’amore, sposandosi. Trasimeno, però, non potendo vivere costantemente con Agilla, non esitò a gettarsi nelle acque per rimanere eternamente con la dolce amata. La sua morte diede a questo lago il suo nome, che da quel giorno si chiamò, appunto, Trasimeno.

SCEGLI I WEEKEND RESPONSABILI DI EQUOTUBE
VISITA I LUOGHI DELLA STORIA
www.equotube.it

Non m’importa se le nubi
mi chiudono il cielo,
se la notte
mi cinge di nero;
non m’importa perché
lo splendore del sole
io l’ho dentro di me.

Non m’importa se l’autunno
dispoglia la terra,
non m’importa perché
il rigoglio dell’erba
io l’ho dentro di me.

 Non m’importa se l’inverno
mi stringe nel gelo,
non m’importa perché
il calore del sole
io l’ho dentro di me.”

da Alessandro Valecchi (Edizioni Guerra):
“Agilla e Trasimeno – Taccuino del Lago”

Agilla e Trasimeno